top of page
  • melchiorev

Gli impianti idraulici

Tracce di tubazioni dei primi impianti idraulici sono state rinvenute in Scozia e sono risalenti a circa 5000 anni fa e durante l’Impero Romano hanno avuto la loro evoluzione nel Mediterraneo e nell’Europa occidentale e centrale.

Con la caduta dell’Impero Romano vi fu però un declino nella realizzazione delle opere idrauliche e fognarie in Europa per tutto il Medioevo, sebbene il concetto di igiene personale esistesse, si riteneva che lavarsi forse troppo pericoloso. Nel diciannovesimo secolo degli studi scientifici riscontrarono un collegamento tra le malattie e l’acqua contaminata e iniziarono quindi dei processi di sanificazione implementando nuovi sistemi.



L’impianto igienico-sanitario o idrico-sanitario, di cui noi oggi disponiamo negli edifici, è costituito da una rete di tubi e macchinari atti a rifornirci di acqua potabile per il lavaggio e pulizia della persona e degli ambienti dove viviamo. Tendenzialmente l’impianto idraulico sanitario gestisce due tipi di acque: acque nere (acque di scarico dirette alla fognatura) e acque chiare (acque bianche di scarico, pluviali e di condense).


Tutti gli impianti devono essere progettati e realizzati nelle giuste dimensioni, distribuzioni e proporzioni secondo normativa.

I materiali più utilizzati per realizzare le tubazioni sono acciaio zincato, rame, polipropilene e multistrato.

Le stesse vengono poi rivestite con materiali isolanti per proteggerle dalla corrosione, dalla condensazione e per attutire i rumori e le vibrazioni causate dal passaggio dell’acqua a pressioni elevate.


F.M. può offrire al cliente la consulenza, la progettazione, la realizzazione e la manutenzione di tutti i tipi di impianti idrici-sanitari con soluzioni in grado di soddisfare le sfide tecniche delle moderne installazioni.

Visita il nostro sito oppure contattaci al numero 041 869 6460. Siamo sempre a tua disposizione.



Comments


bottom of page